RADIOPROTEZIONE


La radioprotezione è una disciplina autonoma nata come ‘campo applicativo’ della radiobiologia cui è connessa. La radioprotezione ha come "oggetto" la protezione dell'uomo e dell'ambiente dagli effetti nocivi delle radiazioni. Essa si fonda su concetti di fisica (per quanto concerne le interazioni delle radiazioni con la materia a livello nucleare, atomico e molecolare), di biologia (per gli effetti di tali interazioni a livello cellulare) e di anatomofisiologia (per le conseguenze che tali effetti possono avere, al livello multi-cellulare, su tessuti, organi, apparati e sull'intero organismo) e si avvantaggia anche dall'utilizzo della biotecnologia.

La radioprotezione si avvale poi dell'ausilio delle competenze che producono atti legislativi adeguati e normative adeguate. La radioprotezione trova attuazione infatti, nella pratica, in un insieme di leggi, norme e procedure tese alla protezione da effetti nocivi sui lavoratori, per quanto riguarda le esposizioni derivanti dall'attività lavorativa; sui pazienti, per quanto riguarda le esposizioni derivanti da esami diagnostici o terapie, in particolare con radiazioni ionizzanti; sulla popolazione generale, per quanto riguarda i tipi di esposizioni che possono interessarla; e sull'ambiente, per gli effetti indotti sulla popolazione umana che vi risiede o vi lavora.



LEGGI:


Leggi in dosimetria

Classificazione delle aree

Sorveglianza Medica

Obblighi del datore di lavoro

Magnetismo

Dosimetria






 

 

Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica
e
delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione
della Provincia di Rieti
p.iva 90001780577


 
Developed by Cristian Fortuna

 

 
  Site Map